Internet è il secondo mezzo più utilizzato dagli italiani per informarsi

Anche se la TV nazionale si conferma anche quest’anno il mezzo più utilizzato dagli italiani per informarsi, la vera notizia, di portata storica è che al secondo posto di questa speciale classifica balza per la prima volta Internet, seguito al terzo dall’All News.

In particolare, Internet, che nel 2011 era il fanalino di coda, negli ultimi due anni ha scalato la classifica guadagnando 11 punti percentuali. Scende invece la penetrazione del quotidiano nazionale: mentre nel 2011 occupava il secondo posto, nel 2012 è sceso al terzo e nel 2013 addirittura al quinto, perdendo in tre anni più di 10 punti. Trend curioso anche quello della radio, che nell’ultimo anno ha avuto una flessione molto significativa (-8%) e si posiziona oggi all’ultimo posto della classifica.



Questi sono solo alcuni dei risultati emersi dall’indagine News Italia 2013 sull’informazione degli italiani, realizzata da News-Italia.org (Osservatorio sulle nuove forme di consumo di informazione e sulle trasformazioni dell’ecosistema mediale) e presentata il 24 aprile 2013 durante la prima giornata del Festival del giornalismo di Perugia.

Continuando a sfogliare i dati emersi dalla ricerca, è da mettere in particolare evidenza la crescita in quasi tutte le fasce di età degli Internet News Consumer, in particolare in quella 50-64 anni che in soli 2 anni ha visto un incremento dell’11%.

Per quanto riguarda le fonti più utilizzate, i siti web di quotidiani nazionali o locali sono di gran lunga al primo posto con il 32%, mentre i portali come MSN, Libero Notizie e Virgilio Notizie si fermano al 23%.

Infine, nella classifica dei temi più ricercati nei siti di informazione va messo in evidenza il quarto posto delle notizie locali che con il 49% sono più ricercate online delle notizie internazionali o di quelle di politica, entrambe al 45%.

Fonte: Primaonline.it 30/04/2013 

Fonte: News Italia.org

Questa voce è stata pubblicata in Editoria. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.