Assocom: investimenti pubblicitari in crescita dell’1,6%. Traina il digital.

Secondo i dati diffusi a Comunicare Domani, l’online chiuderà quest’anno con un incremento del 7,6% per poi giungere al +8,2% nel 2018, quando supererà i due miliardi.

Innovazione, digital, dati, contenuti, fake news: sono questi alcuni degli argomenti toccati a Comunicare Domani, l’evento annuale organizzato da Assocom per ragionare su numeri, investimenti e flussi della filiera della comunicazione, per confrontarsi sui temi “caldi” e analizzare le direttrici di sviluppo del settore per l’immediato futuro.

Comunicare Domani ha affrontato le implicazioni di uno scenario in rapidissimo divenire, che vede ad esempio come il 6,4% degli italiani non guardino la tv e come l’80% del tempo speso sul web sia su mobile, ma che già oggi influenza concretamente l’allocazione degli investimenti in marketing e comunicazione.

Le informazioni sull’andamento del mercato italiano, con le stime sull’evoluzione degli investimenti e sui trend dei diversi canali, sono stati il cuore dell’intervento di Guido Surci, Presidente del Centro Studi Assocom: “Ormai è qualche anno che il mercato degli investimenti pubblicitari fa segnare dei tassi di crescita molto contenuti. Da un lato questo è legato alla lenta crescita economica del paese, ma non dobbiamo sottovalutare la capacità che ha l’innovazione nel catalizzare nuove risorse. Un’innovazione strutturale, come nel caso dell’affissione che investe in impianti digitali, o un’innovazione di metodi che rendono la comunicazione più performante, come nel caso del mobile. Questo non vuol dire che il mercato debba necessariamente crescere subito, ma se come settore riusciremo a tenere il focus sull’innovazione sono convinto che potremo contare su una spinta più decisa nei prossimi anni”.

Secondo i dati diffusi dal Centro Studi Assocom il mercato della comunicazione è in lenta e costante crescita, con il 2017 che dovrebbe chiudersi con un +1,6% di crescita e la prospettiva di un +2,5% nel 2018.

assocom-stime-adv-1
All’interno di questo trend, tuttavia, convivono situazioni molto differenti quali, ad esempio, la sempre minor influenza degli investimenti televisivi, che da alcuni anni crescono sotto la media del mercato, o l’ulteriore restringersi degli investimenti nella carta stampata o ancora il progressivo appannamento nelle performance del settore radiofonico.

In un simile scenario, chi fa la parte del leone è il digital che, non a caso, dovrebbe chiudere il 2017 con un incremento del +7,6% per poi giungere al +8,2% nel 2018. A quel punto, il digital supererà i 2 miliardi di euro e deterrà una quota del 26,6% sugli investimenti complessivi in comunicazione.

assocom-adv-2017

assocom-adv-2018
Dentro l’arcipelago del digital, inoltre, crescono a doppia cifra sia il settore video, che si espande al ritmo del 20,5% e che nel 2018 è destinato a intercettare quasi 1/3 dell’investimento nel digitale, sia il mobile, che già nel 2018 farà segnare un incremento del 18,8%, andando a superare la carta stampata in termini di puro investimento.

assocom-video-2018-1

assocom-mobile-2018

Fonte: Caterina Varpi – Engage.it – 29 giugno 2017

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Web Marketing. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.