Le campagne spot video sulle edizioni Citynews

Da poche settimane ha preso il via la Fase 1 dell’ambizioso progetto di videonews che ha coinvolto 7 edizioni cittadine del Gruppo Editoriale Citynews, e i nostri partner commerciali locali non hanno perso tempo nel testare le potenzialità comunicative e di visibilità legate a questi nuovi contenuti editoriali.

Sono già molte, infatti, le imprese locali, interessate alle potenzialità del video, che hanno investito su questa nuova iniziativa dei quotidiani Citynews per posizionare i loro videospot, della durata di 10-15 secondi, prima delle videonotizie.

L’offerta rivolta da Citynews agli inserzionisti è quella della Sponsorizzazione all device a tempo, che permette il lancio delle campagne video sia su formati desktop che su formati mobile e ha un modulo di durata minima di una settimana.

Il primo caso in assoluto è quello di Carraro spa, importante concessionario plurimarca con parecchie sedi nel Triveneto. La campagna video del dealer trevigiano ha preso il via, sulla testata TrevisoToday, il 9 maggio e si concluderà il 15.

carraro_1
Uno dei primi partner locali di Citynews a cogliere questa nuova opportunità è stata la Apollo srls, impresa operante a Palermo nel campo della ristorazione che ha programmato sulle pagine di PalermoToday il suo videospot per due settimane nella seconda metà del mese di maggio. La campagna sarà lanciata sia su desktop che su mobile.

Anche la sede di Roma della British Council, attiva da oltre 70 anni nell’insegnamento dell’inglese lancerà la sua campagna video su RomaToday in due flight compresi fra il 22 maggio e il 4 giugno.
carraro_2

Torniamo sulle pagine di PalermoToday, che ha ospitato la campagna di un’altra scuola di inglese, la Lucky Lion. Per la sua promozione “Myes Promo”, la scuola palermitana ha suddiviso la campagna in due flight: uno dal 12 al 18 giugno e un altro dal 26 giugno al 2 luglio. Anche in questo caso la campagna sarà visibile sia su desktop che su mobile.

Un’altra azienda palermitana che ha scelto PalermoToday per la sua videopromozione è il Consorzio del Centro Commerciale La Torre. Approfittando della maggior affluenza estiva di clienti nei suoi punti vendita, il centro commerciale lancerà una campagna video in due flight: dal 19 al 25 giugno e dal 3 luglio al 9 luglio.

Prevede invece un unico flight, dal 29 maggio all’11 giugno, la campagna della trapanese Medifiere srl. L’impresa, che opera nell’organizzazione di eventi e fiere da più di 25 anni, sceglie anch’essa le pagine di PalermoToday per la sua campagna video sia desktop che mobile.

Si torna a Roma, dove Ti Traduco, agenzia che offre servizi di traduzione e interpretariato e corsi di lingua, farà partire, sulle pagine di RomaToday, il suo spot video nella settimana fra il 15 e il 21 maggio.

ti_traduco
Ci spostiamo più a nord, in provincia di Bologna, dove Beds 4 Pets, realtà imprenditoriale di Granarolo dell’Emilia, dedita alla creazione di cucce e cuscini per gli animali domestici, erogherà su BolognaToday la sua campagna video dal 15 al 21 maggio, sempre all device.

Come abbiamo visto, le potenzialità delle campagne video non sfuggono alle imprese del settore automotive, tanto che Romeauto spa, dealer plurimarca di Gubbio, ha già pianificato il suo videospot che verrà erogato nelle prossime settimane sulle pagine di PerugiaToday.
romeo1
Come abbiamo visto la Fase 1 del progetto Videonews è stato un grande successo e ha destato l’interesse di molte aziende locali in tutte le città coinvolte. A partire dalla prossima settimana, Citynews darà quindi il via alla Fase 2 del progetto che coinvolgerà ben 19 delle 42 testate del nostro Gruppo Editoriale, per arrivare, entro luglio alla Fase 3 che vedrà l’allargamento del progetto ad almeno 38 quotidiani Citynews.
romeo2

Pubblicato in Case History | Lascia un commento

Il digital advertising supera la tv in altri cinque mercati

L’analisi di Interaction 2017: il piccolo schermo resta il primo mezzo pubblicitario globale, ma perde efficacia sul pubblico giovane. Per i colossi del digital, il 70% della raccolta proviene da piccole e medie imprese.

Ad Fraud e integrità del marketplace, fake news, privacy, ad-blocking, intelligenza artificiale, realtà virtuale e aumentata, concorrenza video sulle differenti piattaforme, live video, streaming e audio on-demand e molto altro ancora.

Sono questi i temi al centro dell’attenzione del mercato mondiale della pubblicità digitale secondo Interaction 2017, il report annuale di GroupM che fa il punto sullo stato dell’arte dell’advertising digitale in tutto il mondo.

Il dato di partenza è quello della crescita degli investimenti. GroupM prevede che la pubblicità digitale catturerà 77 centesimi di ogni dollaro speso in pubblicità nel 2017, contro i 17 centesimi raccolti dalla tv. Malgrado le difficoltà sul tema delle metriche, delle misurazioni e della trasparenza della filiera, la pubblicità digitale continua ad aumentare rapidamente poiché i brand seguono i consumatori sui media dove passano il loro tempo, e dove sempre di più acquistano prodotti e servizi.

Digital-TV-600x400
Da questo punto di vista, non ci sono dubbi. Il tempo complessivo passato sui media, il cosiddetto “media day”, vede una crescita più significativa del tempo trascorso sulle piattaforme online, in aumento di circa 14 minuti rispetto al 2016: questo risultato è imputabile al maggiore accesso ai supporti che le tecnologie mobili offrono.

Sull’onda di questo cambiamento di abitudini mediatiche, in dieci mercati (Australia, Canada, Cina, Danimarca, Finlandia, Paesi Bassi, Nuova Zelanda, Norvegia, Svezia, Regno Unito) l’investimento digitale ha già superato quello televisivo. Secondo GroupM, nel 2017 il sorpasso avverrà anche in altri cinque Paesi (Francia, Germania, Irlanda, Hong Kong e Taiwan) ma questa situazione non coinvolgerà il nostro Paese: l’Italia vede sì uno sviluppo del digitale, ma resta una realtà fortemente tv-centrica.

Le analisi di GroupM dimostrano che per ora, se si considerano i dati globali aggregati, la televisione rimane ancora la regina per gli inserzionisti, nonostante la diminuzione di efficacia sul pubblico 16-24enne. La quota di investimenti pubblicitari globali della tv è stata sostanzialmente stabile al 42% nel 2016, mentre è previsto un calo al 41% nel 2017.

Nella relazione viene posta particolare attenzione anche al duopolio Google e Facebook, in prima linea tra le sei società globali che detengono la maggior parte della spesa pubblicitaria digitale. Queste società hanno modelli di business molto diversi rispetto alle principali tv lineari.

Gli inserzionisti che garantiscono il 90% delle entrate pubblicitarie delle emittenti televisive, infatti, rappresentano non più del 30/40% del fatturato da advertising portato in cassa dai giganti del digital.

Il restante 70% delle loro entrate deriva dunque da piccole imprese, soprattutto da quelle che commerciano in prodotti o servizi digitali.

Fonte: Lorenzo Mosciatti – Engage.it – 02/05/2017

Pubblicato in Web Marketing | Lascia un commento

I dealer delle due ruote pianificano sui quotidiani Citynews

La primavera è la stagione delle due ruote e il Gruppo Editoriale Citynews, come ogni anno, si appresta ad aprire le porte alle Campagne Scooter dei numerosi dealer locali presenti nelle città dei suoi 42 quotidiani digitali.

superbike_mobLa prima testata del Gruppo Citynews ad ospitare, in questa stagione, una campagna “a due ruote” è ModenaToday, sulle cui pagine Superbike s.r.l., concessionario BMW modenese, ha pianificato nelle ultime settimane una visibilità della durata complessiva di 37 giorni. La campagna, suddivisa in due flight (il primo dal 14 al 29 aprile e il secondo dal 1° al 21 maggio) si avvale di una ricca varietà di formati: l’Interstitial sia desktop che mobile, il Mastehead e il Primo Medium Rectangle mobile il Large Rectangle nella Home Page desktop e infine un Post Sponsorizzato sulla fanpage Facebook della testata emiliana del Gruppo Citynews. La comunicazione di Superbike s.r.l. è stata incentrata sulla promozione dei maxi scooter BMW, in particolare il C 650 Sport.

superbike_desktop
In attesa delle campagne in partenza nelle prossime settimane, diamo un rapido sguardo a quelle del 2016 che è stato di sicuro un anno ricco di collaborazioni fra i colossi dell’industria a due ruote e il Gruppo Editoriale Citynews. La stagione più calda per il settore moto è stata come sempre la primavera, ma non sono mancate anche campagne invernali ed autunnali.

vm_mobVM Moto Racing srls di Guardamiglio, in provincia di Lodi, ha scelto per ben due volte nel corso del 2016 le pagine de IlPiacenza. La prima campagna ha avuto una durata di 44 giorni tra aprile e gli inizi di giugno e ha adoperato il formato Secondo Medium Rectangle sia per il desktop che per il mobile. La seconda campagna, ce ha sfruttato la promo “Lascia o Raddoppia” del Gruppo Editoriale Citynews, è stata divisa in due flight fra metà novembre e metà dicembre e ha visto l’utilizzo di due formati: il Large Rectangle desktop e il Secondo Mediun Rectangle mobile.

vm_desktop

ducati_mobUn altro protagonista dell’ultimo scorcio del 2016 è stato il dealer Bike s.r.l. di Sesto San Giovanni, in provincia di Milano, che ha affidato la sua campagna invernale per la Ducati alla testata MilanoToday.

La campagna basata sul prestigioso e storico marchio di moto da corsa ha impiegato due formati: il Large Rectangle sull’Home Page desktop e il Secondo Medium Rectangle nella versione mobile del quotidiano meneghino di Citynews. La campagna è stata suddivisa in numerosi flight tra il 24 ottobre e il 25 dicembre 2016.

ducati_desktop
nivola_mobSpostiamoci in Romagna dove troviamo il dealer riminese Nivola Style. Il concessionario, attivo fra la provincia di Rimini e la Repubblica di San Marino e legato a marchi quali Ducati e BMW, ha lanciato su RiminiToday un flight di 3 giorni, a febbraio 2016, a supporto della campagna “Free2Ride” di BMW per la promozione del C 650 Sport.

Il formato utilizzato è stata la Skin, sia nella versione desktop che in quella mobile del quotidiano riminese del Gruppo Editoriale Citynews.

nivola_desktop
max_mobAnche il concessionario piacentino Max Moto 2, con punto vendita anche a Parma, ha scelto Citynews all’inizio della scorsa primavera.

Max Moto 2 ha infatti pianificato su ParmaToday una campagna di 63 giorni, da marzo a maggio, per lanciare le offerte relative a People GTi della Kymco. Il formato scelto è stato in quel caso il Secondo Medium Rectangle, sia nella versione desktop che in quella mobile della testata emiliana del Gruppo Citynews.

max_desktop
barberini_mobConcludiamo questa rapida carrellata su due ruote tornando ancora una volta in Romagna, dove Barberini & Co, dealer Piaggio di Cesena, ha dato prova, lo scorso anno, di saper rinnovare la propria comunicazione pianificando una campagna di tre settimane, ad aprile, sulle testate CesenaToday e ForlìToday.

Il formato utilizzato è stato il Primo Medium Rectangle sia nella versione desktop che in quella mobile dei due quotidiani romagnoli del Gruppo Citynews.

barberini_desktop

Pubblicato in Case History | Lascia un commento

Elezioni Amministrative 2017: le campagne elettorali sulle testate Citynews

Anche quest’anno, maggio è mese di campagne elettorali in molte città italiane. Le Elezioni Amministrative sono infatti imminenti: l’11 giugno sono chiamati alle urne i cittadini di 1.021 comuni, 25 capoluoghi di provincia e 4 di regione (Palermo, Genova, Catanzaro e L’Aquila). Si voterà per eleggere sindaci, consiglieri comunali e consiglieri circoscrizionali, e il ballottaggio si terrà il 25 giugno.

Com’è ormai abitudine da diversi anni, i partiti politici e i singoli candidati alle poltrone di Sindaco si preparano a darsi battaglia sul web. Le campagne elettorali dell’ultimo decennio hanno infatti trovato nella rete uno dei principali strumenti di comunicazione, e la natura prettamente locale delle Amministrative spingerà gli attori politici, come già successo lo scorso anno, a rivolgersi alle testate del Gruppo Editoriale Citynews per ottenere visibilità.

Le Elezioni Amministrative del 2016 videro infatti un vero e proprio boom di campagne sui quotidiani del nostro Gruppo.

albano_mobNel capoluogo di Brindisi, un anno fa, il candidato del PD Vincenzo Albano si è rivolto a BrindisiReport, per dare il via alla sua campagna elettorale. Il primo flight di una settimana è stato erogato fra il 9 e il 15 maggio e si è avvalso del formato Secondo Medium Rectangle desktop. Il formato impiegato per il secondo flight della campagna è stato invece il Primo Medium Rectangle mobile, ospitato nelle pagine di BrindisiReport dal 28 maggio al 3 giugno.

A dare battaglia ad Albano è stato l’altro candidato brindisino, Nando Marino, appoggiato da un’ampia coalizione di partiti del centro-sinistra. Sempre su BrindisiReport, Marino ha avviato una campagna di 23 giorni, fra maggio e giugno, che si è avvalsa di due formati a seconda del device di destinazione: il Primo Medium Rectangle per il mobile e l’Half Page per il desktop.

matino_desk
sovrani_mobQuesti ultimi due formati hanno contraddistinto anche la campagna elettorale di Angelo Tripodi, candidato sindaco della destra di Latina, che sulle pagine di LatinaToday ha lanciato la sua campagna dal 27 maggio al 3 giugno 2016. La visibilità col formato Primo Medium Rectangle mobile è stata suddivisa in due flight.

LatinaToday ha dato spazio anche alla candidata Marilena Sovrani, sostenuta dalle liste Latina Popolare e Marilena Sovrani Sindaco. La campagna della Sovrani, erogata fra il 23 maggio e il 3 giugno, ha utilizzato il Primo Medium Rectangle per il mobile e il Large Rectangle per raggiungere gli elettori su desktop.

tripodi_desk
mardegan_mobStefano Mardegan, candidato a Milano con la lista “Noi X Milano – Mardegan Sindaco”, per la sua campagna elettorale dal 21 maggio al 3 giugno su MilanoToday ha scelto il Primo Medium Rectangle sia per desktop che per mobile.

L’avversario di Mardegan, Marco Osnato, candidato di Fratelli d’Italia, ha optato invece per il formato Secondo Small Rectangle per il solo desktop, erogato sulle pagine di MilanoToday per due settimane, dal 21 maggio al 3 giugno.

osnato_desk
Ci spostiamo a Fiorenzuola, in provincia di Piacenza, dove il candidato sindaco della lista “Noi per Fiorenzuola”, Giuseppe Brusamonti, ha pianificato su IlPiacenza la sua campagna elettorale della durata di 11 giorni. Dal 24 maggio al 3 giugno dello scorso anno, la comunicazione di Brusamonti ha adoperato il formato Half Page nella versione desktop del quotidiano emiliano del Gruppo Citynews.

fiorenzuola_desk
ravenna_mobA Ravenna, ricordiamo la campagna elettorale di Alvaro Ancisi, candidato al Consiglio Comunale della “Lista per Ravenna”, che ha avuto luogo sulle pagine di RavennaToday dal 24 maggio al 3 giugno. Il formato scelto per la campagna sulla versione mobile è stato il Primo Medium Rectangle, mentre sulla versione desktop è stata adottata la Pushbar.

ravenna_desk
ciconte_mobUn’altra battaglia elettorale ha avuto luogo sulle pagine di TorinoToday fra Angela Ciconte, capolista del Popolo della Famiglia, e Roberta Siciliano candidata dell’UDC.

La campagna della Ciconte si è avvalsa di inserzioni video col formato Primo Medium Rectangle sia su desktop che su mobile. Tali inserzioni sono state ospitate sulla testata torinese di Citynews fra il 28 maggio e il 3 giugno.

La campagna della Siciliano, l’altra candidata torinese, è stata suddivisa in tre flight, compresi fra il 27 aprile e il 25 maggio, per un totale di 29 giorni. Il formato della campagna, utilizzato sia per il desktop che per la versione mobile, è stato il Secondo Medium Rectangle.

siciliano_desk
Appare dunque chiaro come, negli ultimi anni, le campagne elettorali basate su affissioni e TV hanno fatto sempre più spazio alla crescente centralità delle nuove tecnologie della comunicazione che puntano sulla creatività e l’interattività dei media digitali per attirare l’attenzione e dialogare con il pubblico.

In questo quadro, le testate del Gruppo Editoriale Citynews rispondono perfettamente alle necessità di una strategia di comunicazione elettorale a base locale che si rivolge ad elettori di età, estrazione sociale e livello di istruzione molto eterogenee, ma tutti comunque sempre più “connessi” e “digitali”.

Pubblicato in Case History | Lascia un commento

Citynews, in collaborazione con IAB Italia, dà il via ad un progetto di formazione digitale sul territorio

Il Gruppo Editoriale Citynews, leader nell’informazione di prossimità con le sue 43 testate digitali presenti sul territorio nazionale, ha avviato un ambizioso progetto di formazione da offrire ai propri top client, avvalendosi della preziosa e autorevole partnership di IAB Italia.

Il progetto è stato pensato come un vero e proprio Road Show itinerante che toccherà numerose città tra quelle in cui sono presenti i quotidiani Citynews e coinvolgerà i più importanti investitori pubblicitari che operano a livello provinciale, regionale, multiregionale. Il Gruppo Editoriale Citynews ha voluto fortemente che ogni tappa, costituita da due mezze giornate in aula intervallate di due settimane l’una dall’altra, costituisca un momento formativo di alto livello, ristretto ad un numero limitato di invitati, in modo da favorire un alto grado di interazione tra i docenti e gli ospiti.

Il Road Show formativo, dal titolo “La comunicazione digitale nel 2017 – Strategie e Vantaggi”, ha preso il via in due città molto diverse e distanti tra loro, Lecce e Trieste, accomunate però dalla presenza di due edizioni del Gruppo Editoriale Citynews fortemente radicate sul territorio: LeccePrima.it e TriestePrima.it.

La prima giornata si è tenuta a Lecce il 17 marzo, mentre giovedì 23 marzo ha avuto luogo la seconda a Trieste. Le giornate conclusive si sono svolte il 31 marzo a Lecce e l’11 aprile a Trieste.

Lecce_17-03-2017_ico
Queste prime quattro sessioni hanno visto la partecipazione di circa 50 responsabili marketing e AD di alcune delle più importanti aziende presenti nelle due aree geografiche, in gran parte clienti abituali del Gruppo Editoriale Citynews.

L’obiettivo generale del progetto formativo è diffondere la cultura digitale e, nello specifico, fornire ai responsabili marketing di aziende che operano localmente e che appartengono a settori molto diversi tra loro (dall’Automotive alla GDO, dalla Formazione all’Intrattenimento, dalla Pubblica Amministrazione alle Multiutility Energetiche e alle Agenzie di Comunicazione) le conoscenze di base per la comprensione dei principali strumenti e formati messi a disposizione dalle piattaforme digitali per la comunicazione online: come, quando e cosa utilizzare in base ai diversi obiettivi di marketing.

I contenuti del percorso formativo, che vengono veicolati in aula da docenti IAB, sono numerosi e coprono a 360 gradi le tematiche principali inerenti il marketing digitale:

– Lo scenario di fruizione: trend di consumo sui vari device, profilo dell’utenza, tempo speso;
– Lo scenario del mercato del digital adv: i diversi operatori e ruoli, i modelli di business, i trend degli investimenti pubblicitari;
– La Digital Disruption: i cambiamenti introdotti dal digitale;
Logiche di pianificazione delle piattaforme digitali: i plus del digitale, complementarietà rispetto ad altri media, specificità del web, come si pianificano le piattaforme digitali;
– Gli strumenti: Display, Video, Search, Social, Mobile, Native & Branded content;
– Il planning: definizione degli obiettivi, Branding vs Performance, Real Time Planning.

Trieste_23-03-2017_ico
IAB Italia ha la formazione nel suo DNA: diffondere la cultura digitale nel nostro paese è infatti il principale obiettivo di una associazione come la nostra. – dichiara Chiara Mauri, Marketing Manager e Responsabile dell’Area Formazione di IAB Italia –. In questo caso in particolare, ci piace avere l’occasione di portare un po’ di conoscenza digitale in città e regioni d’Italia per noi inusuali. Il mondo della comunicazione tende a essere molto Milano e Roma-centrico; è arrivato il momento di andare anche fisicamente a conoscere più da vicino il tessuto della piccole e grandi aziende italiane sparse sul territorio, per avvicinarle sempre più al digitale, tenendo conto delle loro esigenze e delle loro specificità”.

Da queste prime due tappe – afferma Roberta D’Alò, Responsabile Marketing del Gruppo Editoriale Citynewsè emerso chiaramente quanto il digitale interessi concretamente ogni settore ed ogni tipologia di azienda italianaNei prossimi anni il fenomeno vivrà di sicuro una crescita costante, ma quello che è chiaro sin da ora è il fatto che si tratta di opportunità virtuose ed in continua evoluzione e cambiamento. A Lecce come a Trieste è stata un’occasione unica ed inedita di confronto per noi, per IAB Italia e per i clienti che hanno partecipato”.

“Siamo orgogliosi – continua D’Alòdi aver contribuito ad innescare il dibattito e soprattutto la condivisione di punti di vista, anche se in alcuni casi distanti tra loro. Il risultato è stato un’interessante dialogo tra numerose e differenti esperienze sul campo, tutte accomunate però dalla stessa volontà di guidare il cambiamento del proprio business attraverso l’uso e la sperimentazione del digitale. L’esperienza formativa realizzata in queste due città pilota è quindi totalmente soddisfacente per tutti gli attori coinvolti e questo ci fa pensare in modo estremamente positivo alle prossime tappe del nostro Road Show che coinvolgerà in futuro almeno altre 10 città italiane”.

Pubblicato in Corporate | Lascia un commento

I giganti della Silicon Valley sotto attacco per hate speech e fake news

Anche i big-brand Usa, dopo quelli europei, in ritirata da Youtube per timore di danni provocati dall’hate-speech. La Germania approva disegno di legge contro le fake news sui social network.

google-161114152227_mediumLe rassicurazioni e gli strumenti offerti da Google agli inserzionisti per non far apparire le loro pubblicità accanto a contenuti d’odio non sono serviti: alcune grandi compagnie americane, tra cui i colossi Usa della telefonia AT&T e Verizon, si sono unite alle aziende che in Europa nei giorni scorsi hanno rimosso le pubblicità da YouTube e siti web. E il “mal di pancia” di Google sta cominciando a preoccupare anche Wall Street nonostante gli avvertimenti già lanciati dagli analisti.

Sia Mizuho che Bank of America Merrill Lynch mettono in guardia da un possibile impatto sui conti di Alphabet dovuto all’emorragia di inserzionisti che temono che il loro brand venga “associato” a contenuti pericolosi, soprattutto su Youtube.

Siamo molto preoccupati che i nostri spot possano essere apparsi accanto a contenuti di YouTube che promuovono terrorismo e odio“, ha dichiarato AT&T annunciando la rimozione della sua pubblicità da tutte le piattaforme di Google, a eccezione delle ricerche online.

Stesso annuncio da parte di Verizon. “Quando ci è stato notificato che i nostri annunci apparivano sui siti web non sanzionati – ha detto un portavoce – abbiamo preso misure immediate per sospendere questo tipo di posizionamento degli annunci e abbiamo avviato un’indagine“.

La stessa scelta AT&T e Verizon è stata fatta anche da Johnson & Johnson e da Enterprise Holdings.

La mossa segue quella intrapresa da alcune grandi compagnie in Europa e in particolare nel Regno Unito, dove nei giorni scorsi era scoppiato il caso delle reclame piazzate accanto a video d’estremismo su YouTube. Tra le società coinvolte ci sono L’Oreal, Volkswagen, Renault, McDonald’s e alcune aziende governative britanniche come Royal Mail.

comscore1
Google accordo con comScore per la verifica della brand safety su YouTube

La reazione di Google non si è fatta attendere. comScore ha infatti annunciato mercoledì 5 aprile di aver siglato una partnership con il gigante di Muntain View, per fornire una verifica indipendente della brand safety per le campagne pubblicitarie su YouTube.

A livello tecnico, comScore segnala che Google userà un sistema proprietario per la brand safety costruito all’interno della sua suite di tool Campaign Essentials attraverso cui validerà e monitorerà modelli e testi che identificano il contenuto.

L’obiettivo è ovviamente evitare che i messaggi promozionali dei brand partner finiscano a fianco di contenuti ritenuti indesiderati. “Setacciare i contenuti online per garantire la brand safety è una sfida complessa, in particolare all’interno di un ambiente che ha la vasta scala e la crescita di YouTube – ha affermato in una nota Dan Hess, executive vice president of products di comScore -. Siamo felici di vedere che Google si sta muovendo per monitorare e incrementare la brand safety, e apprezziamo la sua fiducia nel selezionare comScore come parte di questa iniziativa”.

Legge Merkel anti-fake news: i social rischiano 50 milioni di multa
Heiko-Maas
In Europa, nel frattempo, è in corso la battaglia contro le fake news che vede come capofila la Germania. Il governo tedesco ha infatti dato il via libera, qualche giorno fa, al progetto di legge presentato dal ministro alla Giustizia Heiko Maas che prevede che i contenuti debbano essere cancellati o bloccati entro 24 ore dalla segnalazione dell’utente.

Il progetto di legge prevede multe fino a 50 milioni di euro in cui incorreranno i giganti del web come Facebook, YouTube e Twitter se non saranno in grado di cancellare o comunque rendere inaccessibili minacce e commenti offensivi e diffamanti, incitazioni all’odio o a reati penali. Nonostante polemiche e controversie – non solo da parte dei giganti della Silicon Valley, ma anche da parte di attivisti della rete e associazioni dei diritti d’espressione, secondo cui la legge istituisce di fatto una sorta di “polizia d’opinione” – il governo ha deciso di procedere bruciando i tempi: l’idea è di far approvare il testo dal Bundestag prima della pausa estiva, o al più tardi prima delle elezioni federali di settembre.

I social network devono assumersi le loro responsabilità se le loro piattaforme vengono utilizzate per diffondere atti d’odio e fake news penalmente rilevanti“, ha dichiarato Maas dopo il via libera al progetto di legge.

Fonte: CorriereComunicazione.it – 23/03/2017

Fonte: CorriereComunicazione.it – 05/04/2017

Fonte: DailyNet – 07/04/2017

Pubblicato in Web Marketing | Lascia un commento

I dealer locali Škoda pianificano sulle testate Citynews

La casa automobilistica ceca, fondata nel 1923, oggi di proprietà del gruppo Volkswagen, pianifica ormai da anni campagne di comunicazione sulle testate del Gruppo Editoriale Citynews attraverso i suoi dealer locali sparsi sul territorio nazionale.

rinaldi_mobUna delle campagne più recenti è quella di Rinaldi spa, concessionaria Škoda per tutta la provincia del capoluogo piemontese, che dal 20 al 26 marzo ha lanciato una campagna di visibilità sulle pagine di TorinoToday. La presenza di Rinaldi spa sulla testata piemontese del Gruppo Citynews è costante da oltre due anni e in quest’ultimo flight ha previsto l’utilizzo del Primo Medium Rectangle nella versione mobile di TorinoToday.

La comunicazione in questo caso è stata di tipo istituzionale, volta a promuovere le aperture dello showroom Rinaldi anche durante i fine settimana.

autocogliati_mob
Anche Autocogliati, concessionaria Škoda di Lecco, è un partner commerciale affezionato al Gruppo Editoriale Citynews e pianifica da diversi anni campagne pubblicitaria sulle pagine di LeccoToday. Tra il 13 e il 23 marzo scorso, Autocogliati ha comunicato sul quotidiano lombardo di Citynews attraverso l’erogazione della Skin sa desktop che mobile.

L’oggetto della promozione di quest’ultimo flight è stata la Nuova Škoda Kodiaq.autocogliati_dsk
autoarona_mobAutoarona, concessionaria Škoda di Novara, ha invece stipulato per il terzo anno consecutivo un accordo annuale con NovaraToday.

Dopo le pianificazioni di successo del 2015 e del 2016, quest’anno Autoarona ha deciso di replicare lo stesso tipo di comunicazione su NovaraToday, scegliendo il Primo Medium Rectangle sia nella versione desktop che in quella mobile del quotidiano piemontese, per un totale di 168 giorni di visibilità da utilizzare durante tutto il 2017.

I primi flight di gennaio e febbraio sono stati utilizzati per la promozione della Nuova Škoda Octavia Wagon.

autoarona_dsk
saottini_mobA febbraio è stato il Gruppo Saottini, dealer Škoda di Brescia, ad utilizzare l’edizione Citynews della propria provincia per dare visibilità alle proprie promozioni.

La campagna ha avuto una durata di 11 giorni e ha visto l’utilizzo della Skin desktop, del Primo Medium Rectangle nella versione mobile di BresciaToday e l’invio di una DEM agli utenti registrati al quotidiano digitale del Gruppo Editoriale Citynews.

Anche il Gruppo Saottini ha puntato sulla promozione della Nuova Škoda Octavia Wagon a metano.saottini_dsk
autocommerciale_mobAutoCommerciale, concessionaria Škoda di Bologna, ha scelto il mese di marzo per veicolare la propria comunicazione sulle pagine di BolognaToday. La massiccia campagna ha avuto una durata di 12 giorni ed ha previsto l’utilizzo del Primo Medium Rectangle e della Skin, sia nella versione desktop che in quella mobile del quotidiano felsineo del Gruppo Editoriale Citynews, oltre al lancio di un Post Sponsorizzato sulla Fanpage Facebook di BolognaToday.

L’oggetto della promozione è stata la Nuova Škoda Kodiaq.

autocommerciale_dsk
negro_mobSpostiamoci in Veneto dove troviamo, sempre nel mese di marzo, la campagna di Negro Automobili, concessionaria Škoda di Treviso che è stata presente per 12 giorni sulle pagine di TrevisoToday.

Il formato scelto in questo caso è stato il Primo Medium Rectangle sia nella versione desktop che in quella mobile del quotidiano trevigiano del Gruppo Editoriale Citynews.

 

negro_dsk
del_priore_demConcludiamo questo viaggio nel mondo Škoda, lungo tutta la nostra penisola, fermandoci a Napoli, dove troviamo la campagna della concessionaria Del Priore, protagonista a fine marzo sulle pagine di NapoliToday.

La pianificazione di Del Priore prevede un totale di 28 giorni di visibilità, di cui 7 erogati in questo primo flight attraverso l’utilizzo della Skin desktop, del Primo Medium Rectangle mobile, della prima delle 4 DEM previste e del primo dei 4 Post Sponsorizzati sulla Fanpage Facebook del quotidiano partenopeo del Gruppo Editoriale Citynews.

Anche Del Priore ha utilizzato il flight di marzo per la promozione della Nuova Škoda Kodiaq.del_priore_dsk
La scelta delle concessionarie locali Škoda di investire sui quotidiani digitali del Gruppo Editoriale Citynews dimostra come gli investimenti dell’automotive sul digital non danno segni di flessione. La fiducia dei dealer locali per l’advertising web e per le nuove soluzioni e strategie che può offrire (non ultima l’adv mobile e il native advertising) sembra anzi crescere sempre più. Questa fiducia è ancora più ben riposta quando ricade su un Gruppo Editoriale come Citynews, che con le sue 42 edizioni presenti sul territorio, registra costantemente numeri da record (oltre 76 milioni di visite e 147 milioni di pagine viste al mese).

Pubblicato in Case History | Lascia un commento

Il settore Alimentare sceglie il Native adv dei quotidiani digitali Citynews

Dai grandi colossi di livello nazionale fino alle aziende più piccole di dimensione locale, il settore Alimentare fornisce da sempre i più importanti inserzionisti al Gruppo Editoriale Citynews e molte aziende di questo settore pianificano costantemente sui quotidiani del gruppo, sia campagne di portata nazionale che locale. Con l’avvicinarsi della Pasqua si intensificano gli investimenti di questo macro settore merceologico nella comunicazione digitale e le testate del Gruppo Citynews saranno ancora una volta protagoniste nelle loro pianificazioni.

Vediamo rapidamente alcune delle campagne più interessanti che sono state erogate di recente sui giornali digitali Citynews.

amadori_mob2Cominciamo dal caso di una grande azienda di portata nazionale, la Amadori, che ha appena concluso un’importante campagna di Native Adv che ha coinvolto sia le testate locali CesenaToday, FoggiaToday e ForlìToday, sia la testata nazionale del Gruppo Editoriale Citynews, Today.it.

Amadori è uno dei principali leader nel settore agroalimentare italiano, un’azienda innovativa e specialista del settore avicolo. L’azienda, fondata a San Vittore di Cesena più di quarant’anni fa, conta sulla collaborazione di circa 7.400 lavoratori ed è presente sul territorio nazionale con stabilimenti industriali, filiali e agenzie.

Allaamadori_mob base del successo di Amadori c’è la decisione di gestire direttamente l’intera filiera integrata. Questa scelta consente un controllo approfondito e certificato di tutte le fasi produttive: selezione delle materie prime, allevamenti, incubatoi, mangimifici, trasformazione, confezionamento e distribuzione. Solide radici e sguardo rivolto al futuro: ecco ciò che contraddistingue Amadori sul mercato. E proprio questo sguardo al futuro ha portato l’azienda romagnola a scegliere le testate Citynews e il Native Advertising come soluzione per veicolare la propria comunicazione in queste ultime settimane.

Il progetto di comunicazione ha previsto la pubblicazione a fine marzo, sul Canale Economia di Today.it, di un Native Article, rilanciato lo stesso giorno anche sulla fanpage Facebook del quotidiano nazionale di Citynews attraverso un Post Sponsorizzato. Per i successivi 14 giorni il Native Article è stato supportato a livello locale dai Native Box sulle edizioni, sia desktop che mobile, di CesenaToday, FoggiaToday e ForlìToday. Sulle stesse edizioni è stato erogato per tutto il periodo anche il Masthead, desktop e mobile, a supporto della comunicazione Amadori.

amadori_dsk
sandrino_mobUna comunicazione per alcuni aspetti simile, vede come protagonista dal 1° aprile fino alla fine di giugno, le Gelaterie Sandrino di Brindisi, che partendo dalla provincia pugliese sono ormai diventati un marchio conosciuto a livello nazionale, con aperture di punti vendita in franchising non solo in tutta la Puglia ma anche a Milano e Sanremo.

Sandrino è la rivoluzione più gustosa e divertente che sia mai avvenuta nel segmento delle gelaterie. Un food format fresco, giovane e innovativo, perché Sandrino non è soltanto un posto in cui si può assaporare un gelato preparato a regola d’arte, come una volta, con vera passione artigianale, ma è anche caffetteria, cioccolateria, bakery e salato.

Anche Sandrino, come Amadori, ha scelto di testare l’efficacia del Native Article sulle testate di prossimità del Gruppo Editoriale Citynews. La testata scelta è stato in questo caso MilanoToday, dove l’articolo native pubblicato il 7 aprile ha lo scopo di supportare il lancio del punto vendita Sandrino di via Duca D’Aosta. Inoltre, per i 90 giorni di visibilità previsti, su MilanoToday verrà erogato un Secondo Medium Rectangle sia desktop che mobile. A completare il piano di comunicazione di Sandrino, la presenza, per tutto lo stesso periodo, del Primo Medium Rectangle nelle versione desktop e mobile di BrindisiReport e BariToday.

sandrino_dsk
fassi_mobileRestiamo nel delizioso mondo del gelato artigianale per presentare un altro caso di progetto Native riguardante il settore Alimentare. Parliamo in questo caso del Palazzo del Freddo di Giovanni Fassi, la storica gelateria artigianale di Roma, attiva nella Capitale dal 1880.

Dopo una campagna display di due settimane, tra novembre e dicembre dello scorso anno, che aveva visto l’utilizzo del Primo Medium Rectangle nella versione mobile di RomaToday, la storica e prestigiosa gelateria romana ha deciso di testare l’efficacia del Native Advertising sulla testata capitolina del Gruppo Editoriale Citynews.

Il 3 marzo scorso, sul Canale Eventi di RomaToday, viene quindi pubblicato un Native Article, rilanciato lo stesso giorno anche sulla fanpage Facebook del quotidiano della Capitale attraverso un Post Sponsorizzato. Per i successivi 7 giorni il Native Article è stato supportato da un Native Box sia desktop che mobile, sulle pagine di RomaToday.

fassi_fb
serafini_mobConcludiamo questo nostro viaggio nel gusto e nelle eccellenze gastronomiche del nostro Paese, con un’altra importante realtà del settore Alimentare italiano che ha di recente chiuso un accordo quadro con il Gruppo Editoriale Citynews per la propria comunicazione durante tutto il 2017. Parliamo dell’Industria Casearia Serafini di Piacenza, che proprio in questi giorni ha lanciato il primo flight della propria campagna prevista sulle pagine de IlPiacenza. Il formato utilizzato è il Masthead nella versione mobile del quotidiano emiliano del Gruppo Citynews.

La grande tradizione Serafini nasce nel 1928, quando Paolo Serafini comprò lo stabilimento a Ottavello di Rivergaro per produrre Provolone con i suoi figli, realizzando il sogno di una vita. Da allora l’azienda è sempre stata di proprietà della famiglia Serafini, che ha costantemente salvaguardato la genuinità dei propri prodotti assicurando quella semplice bontà che solo le antiche ricette sanno far provare.

Oggi i nipoti del fondatore, oltre ai prodotti caseari, preparano prelibati salumi ed hanno aggiunto alla produzione Casearia il Grana Padano BIO, sottolineando così il rispetto per l’ambiente. La famiglia Serafini è tuttora direttamente impegnata nella produzione e, seguendo i procedimenti che risalgono al fondatore, si prodiga per mantenere la classica lavorazione artigianale nel rispetto delle tradizioni, sposando l’innovazione tecnologica e le norme di produzione DOP e BIO.

Anche quest’ultimo esempio dimostra come l’attenzione che le aziende del settore Alimentare a prescindere dalle loro dimensioni, riservano alla geolocalizzazione, della loro comunicazione le porta in modo naturale a rivolgersi al Gruppo Editoriale Citynews.
Tutte le aziende citate e anche le altre che sono costantemente protagoniste di campagne pubblicitarie sulle nostre testate, condividono una filosofia commerciale basata sulle peculiarità territoriali delle diverse aree geografiche del Paese. E questa filosofia viene ovviamente applicata anche alle strategie di comunicazione e di promozione dei prodotti e dei punti vendita.

Il mondo dell’Alimentare, che più di altri ha grande necessità di raggiungere in modo diretto e puntuale gli utenti di un territorio specifico, sceglie quindi in modo costante le testate Citynews, e come abbiamo visto, sceglie sempre più spesso i formati e i progetti di Native Advertising offerti dalle nostre edizioni. Le ragioni principali sono due:

– l’efficacia di Citynews nel comunicare e nel raggiungere in modo mirato il target di interesse dei propri partner commerciali;

– la capacità unica di condurre fisicamente i propri lettori nei punti vendita dei propri inserzionisti (drive to store).

Pubblicato in Case History | Lascia un commento

Anno fiscale: campagne 5×1000 e CAF sulle testate Citynews

Come ogni anno, dopo la scadenza dell’anno fiscale e con all’avvicinarsi di quella per la dichiarazione dei redditi, sta per arrivare sul Gruppo Editoriale Citynews l’ondata delle campagne di comunicazione per i CAF e per il 5×1000.

Alcune di quelle relative al 5×1000 hanno già preso il via da pochi giorni. Un esempio importante è quella lanciata, nella prima settimana di aprile, dalla Piccola Casa Della Divina Provvidenza – Cottolengo sulle pagine di RomaToday e TorinoToday, che resterà online fino al prossimo 30 giugno. Il formato scelto è stato il Large Rectangle nella Home Page desktop delle due edizioni del Gruppo Citynews.

roma_desktop
La Piccola Casa, fondata da San Giuseppe Cottolengo, è una istituzione civile ed ecclesiale che fin dal’inizio, si è costituita in diverse comunità di ospiti e di religiosi e ha realizzato una varietà di servizi prestati alle persone in stato di abbandono. Quello sanitario, di pronta accoglienza, il servizio a domicilio, l’istruzione e l’educazione.

Tenendo fede agli insegnamenti del Santo Cottolengo, la Piccola Casa oggi risponde alle necessità dei bisogni più scoperti in linea con gli orientamenti delle politiche sociali odierne, privilegiando sempre le persone in situazione di maggior difficoltà. Nel servizio agli Ospiti viene prestata una particolare attenzione alla realizzazione globale della persona e ai processi di integrazione sociale.
Oggi la Piccola Casa è presente in Europa, in Africa, in Asia e nelle Americhe.

torino_desktop
arci_mobProprio in questi giorni ha preso il via un’altra importante campagna 5×1000, questa volta sulle pagine di CesenaToday. Parliamo della comunicazione dell’Associazione Arci Cesena – Comitato Territoriale Loris Romagnoli, che sarà protagonista per due settimane sull’edizione romagnola di Citynews con il Secondo Large Rectangle nella Home Page desktop e con il Secondo Medium Rectangle in tutte le pagine della versione mobile.

La comunicazione dell’Arci Cesena è incentrata sulla destinazione del 5×1000 al Progetto Libero, un’attività di trasporti sociali in favore di disabili e anziani del Comprensorio Cesenate, che quest’anno compie 20 anni.
arci_desk
Per quanto riguarda la comunicazione dei numerosi CAAF presenti sul territorio nazionale, le campagne, anche quest’anno, si concentreranno tra fine aprile e giugno.  Citiamo quindi soltanto un paio di quelle andate online lo scorso anno, partendo dalla campagna che ha visto protagonista per due settimane, a giugno dello scorso anno, la CGIL Foggia sulle pagine di FoggiaToday.

Il formato utilizzato in quel caso è stato il Large Rectangle nella Home Page desktop del quotidiano pugliese del Gruppo Editoriale Citynews.

foggia_desktop
Un esempio simile e altrettanto rilevante è quello della CGIL Toscana, che tra febbraio ed aprile del 2016 ha utilizzato, per 42 giorni, le pagine di FirenzeToday e PisaToday per promuovere i servizi dei propri CAAF sul territorio regionale.

Il formato scelto in quel caso è stato il Primo Medium Rectangle nelle versioni desktop delle due edizioni toscane del Gruppo Editoriale Citynews.

firenze_desktopA questi esempi vanno aggiunti i numerosi istituti, laici e religiosi, le associazioni di categoria e sindacali, le università e gli enti no profit che scelgono da anni le testate del Gruppo Citynews per la loro comunicazione online. Lo fanno durante tutto il corso dell’anno, per promuovere singole iniziative o per campagne istituzionali, ma lo fanno con maggior impegno e puntualità in occasione delle campagne per la donazione del 5×1000 e per la promozione dei propri CAAF, che hanno assunto una grande importanza strategica e finanziaria.

A questo scopo, i quotidiani digitali del Gruppo Editoriale Citynews risultano particolarmente efficaci soprattutto per veicolare messaggi di natura e portata locale, grazie alla propria natura geolocal e alla grande capacità di penetrazione sul target del territorio di riferimento.

Pubblicato in Case History | Lascia un commento

La ricerca Nielsen per Citynews sull’informazione digitale locale in Italia

Il Gruppo Editoriale Citynews ha recentemente commissionato a Nielsen una ricerca volta ad approfondire la propria conoscenza dei lettori di news italiani, nello specifico i lettori di news online. L’interesse principale che ha mosso la ricerca era capire come gli italiani si distinguono nel loro approccio alla lettura di news locali vs. nazionali e se tra le variabili di differenziazione ci sia il luogo di residenza. Inoltre, un aspetto fondamentale sul quale Citynews ha chiesto a Nielsen un’attenzione particolare è stato il rilevamento dell’efficacia dell’advertising sulle testate locali vs. l’advertising sulle testate nazionali.

Nel proprio progetto di ricerca, Nielsen ha indagato dunque le attitudini, preferenze ed esperienza di lettura di news online, con un attenzione sulla differenza tra news locali e news nazionali. Inoltre, ha messo in rilievo come gli italiani differiscano l’uno con l’altro sulla base del luogo in cui vivono, sia in termini di nord-sud che nella dimensione e tipologia della città di residenza.

Per fare questo, Nielsen ha sviluppato una survey su panel rappresentativo al quale sono state chieste informazioni quali:

  • – Motivazione per visitare siti di news locali vs. nazionali;
  • – Tipologia di informazioni cercate;
  • – Esperienza di lettura;
  • – Opinione sul contenuto editoriale (rilevante, affidabile, interessante);
  • – Opinione sul contenuto pubblicitario.

I risultati di questa ricerca sono stati pubblicati recentemente da Nielsen e presentati alla stampa di settore in occasione di una conferenza tenutasi a Napoli il 21 febbraio scorso. Di seguito faremo una sintesi della ricerca, focalizzandoci sugli elementi più significativi e rilevanti.

slide_1
Il primo dato di sicuro rilievo riguarda la percentuale di lettori di news online che fruisce di notizie legate al territorio in cui vive. La ricerca Nielsen ha riscontrato che questa categoria costituisce l’86% del totale dei lettori, con una percentuale di utenti interessati esclusivamente alle news locali che si attesta al 13%.

A questo dato decisamente sorprendente si aggiunge quello relativo alla percezione di utilità e attendibilità dei lettori riguardo le testate di informazione locale.

Il 69% dei lettori giudica le notizie riportate dai siti di news locali utili nella vita di tutti i giorni, il 67% li considera una fonte molto attendibile, mentre il 61% dei lettori sostiene di trovare nelle testate locali notizie di maggiore interesse rispetto a quelle delle testate nazionali.

slide_2
Come detto inizialmente, un aspetto rilevante della ricerca commissionata a Nielsen da Citynews, riguarda l’impatto dell’advertising sui lettori. Anche in questo ambito i risultati danno ragione alla maggiore efficacia delle testate locali rispetto a quelle nazionali nel veicolare i messaggi pubblicitari dei propri partner commerciali.

Il 71% dei lettori sostiene di essersi recato in un punto vendita per ricevere maggiori informazioni a seguito di adv vista su testate locali, contro il 29% che sostiene di averlo fatto grazie alla pubblicità vista su testate nazionali.  Questo dimostra in modo netto e indiscutibile come l’impatto dell’adv sulle testate locali sia maggiore di quello sulle testate nazionali, soprattutto per quanto riguarda il drive to store.

Anche i dati emersi che riguardano l’interesse e l’attenzione prestata alla pubblicità è molto interessante: il 61% dei lettori sostiene che l’adv delle testate locali risponde maggiormente ai propri interessi e la stessa percentuale dichiara di prestare maggiore attenzione agli annunci che trova nei siti di news locali rispetto a quelli delle testate nazionali.

slide_3
Nielsen ha definito anche una profilazione del lettore tipo di news locali online, riscontrando una concentrazione maggiore nella fascia di età 25-44 anni e una maggiore affinità tra i residenti dei piccoli comuni.

slide_4
Anche per quanto riguarda i comportamenti di acquisto (frequenza e canale preferito) la ricerca Nielsen ha riscontrato delle sostanziali differenza tra lettori di news locali e lettori di news nazionali. Il 27% dei lettori di testate locali fa la spesa quotidianamente (contro il 10% dei lettori di news nazionali) e predilige negozi con offerte locali o specializzate. Soltanto il 64% dei lettori di news locali, contro il 79% dei lettori di testate nazionali, predilige il supermercato come canale d’acquisto.

slide_5
L’ultima parte della ricerca Nielsen è stata incentrata sulla rilevazione dell’audience e della riconoscibilità delle testate del Gruppo Editoriale Citynews. Il dato di partenza, certificato mensilmente da Audiweb, è il 26% del totale dei lettori di news online che leggono ogni mese le testate del Gruppo Citynews.

Quindi possiamo affermare che Citynews intercetta oltre un quarto dei lettori di quotidiani digitali in Italia. Un ulteriore dato molto rilevante emerso dalla ricerca Nielsen è che “soltanto” il 70% dei lettori Citynews legge anche notizie di carattere nazionale. Questo vuol dire che un terzo dei lettori del nostro Gruppo Editoriale è interessato esclusivamente alla fruizione di informazione di prossimità.

slide_6
Concludiamo la sintesi della ricerca Nielsen con il dato che più ci rende orgogliosi, quello sulla riconoscibilità delle 42 edizioni Citynews presenti su tutto il territorio nazionale, riscontrato attraverso il “ricordo spontaneo”.
Dei quasi 1.300 intervistati (che leggono testate locali in esclusiva o insieme a testate nazionali), la percentuale più alta, l’11,5%, alla domanda “Quali testate locali legge?” ha dato come prima risposta spontanea la testata locale Citynews presente nella città in cui vive.
Grazie alla copertura capillare del territorio nazionale, Citynews è dunque leader per ricordo spontaneo tra le testate locali italiane, superando competitor come Repubblica.it e Corriere.it il cui numero di edizioni locali è decisamente inferiore a quello del nostro Gruppo Editoriale.

slide_7

Pubblicato in Corporate | Lascia un commento